Un tester per l’analisi agricola con Arduino

Con la scheda open source Arduino è possibile realizzare a basso costo uno strumento fondamentale per l’agricoltura di precisione

Realizzato con Arduino, il tester Nduino permette di monitorare il livello di azoto nelle coltivazioni cerealicole.
Tutti conoscono Arduino, la scheda elettronica open source usata per la creazione dei più svariati dispositivi elettronici. I suoi impieghi sono davvero molteplici e non stupisce pertanto trovare progetti concepiti anche per l’ambito agricolo.

È il caso di FarmBot, l’automa in grado di gestire un orto di piccole e medie dimensioni, al quale AgriSmart ha dedicato un articolo la scorsa settimana. A seguito del notevole interesse mostrato dai nostri lettori verso questa realtà, in redazione abbiamo così deciso di approfondire l’argomento raccontandovi di un altro progetto davvero interessante.

Si tratta di Nduino, un dispositivo pensato per misurare il contenuto di clorofilla e di azoto presente all’interno dei vegetali. Ad averlo concepito è Alberto Sanz, blogger appassionato di agricoltura, fai-da-te, tecnologia e, ovviamente, grande sostenitore di Arduino.

«Nell’agricoltura di precisione, soprattutto quella cerealicola, sono sempre più importanti i tester portatili. Grazie ad essi è infatti possibile misurare direttamente in campo il contenuto di azoto presente all’interno delle colture. Grazie a questi dati possiamo regolare al meglio la quantità di concime, evitando sprechi e somministrandone una quantità ottimizzata a seconda dello stato nutrizionale della coltura».

«Questi apparecchi sono però generalmente molto costosi», proseguer Sanz. «Di qui l’idea di creare un dispositivo dotato di funzioni simili, ma ad una frazione del costo di quello originale. Ovviamente basato sulla scheda Arduino».

Si tratta, in buona sostanza, di un morsetto all’interno del quale viene posto il campione di foglia da analizzare. Al suo interno, un LED emette una luce bianca il cui riflesso viene catturato da un sensore RGB. Le informazioni acquisite vengono così inviate ad Arduino, che le analizza grazie ad un software specifico in grado di determinare se la quantità di azoto e di clorofilla presenti nella pianta siano sufficienti.

Sanz non si è però fermato qui. Il suo prototipo basato su Arduino permette infatti di interfacciare i dati con la posizione rilevata da un ricevitore GPS. Entrambe le informazioni sono salvate all’interno di una scheda SD, pronte ad essere esportate su un gestionale esterno.

La notizia migliore di tutte però è quella che riguarda il prezzo. Nduino costa infatti solo 150€. Certo, occorre un po’ di tempo per il montaggio delle varie componenti hardware. Alberto Sanz rilascerà tuttavia quanto prima su Instructables gli schemi di assemblaggio e il software utilizzato dal suo dispositivo.

Fonte: ParajeInnova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *